I più bei parchi delle Hawaii, tra giardini botanici e templi giapponesi a Ohau

L’Isola di Ohau non è solo spiagge da sogno, ma anche tanta, tantissima, natura da scoprire. Prati e boschi verdi, di un colore così brillante da essere indimenticabile, fiori colorati, piante tropicali e uccelli di ogni genere e specie sono forse le meraviglie più grandi di queste isole dell’Oceano Pacifico.

In questo articolo qualche consiglio per non perdervi i parchi più belli da visitare. Il primo di questi è assolutamente il giardino botanico “Ho’omaluhia Botanical Garden”, probabilmente il luogo più fotografato di tutte le Hawaii per la sua bellezza: montagne con striature tipo calanchi circondano palme e una vegetazione proveniente da tutta l’area tropicale. Un vero spettacolo per tutti i sensi, dalla vista all’olfatto, che riesce a meravigliare le persone di tutte le età: proprio per questo è proibito fare foto lungo la strada, visto che appena si entra si resta ammaliati da tanta bellezza al punto di rischiare di fare un incidente fermandosi a naso all’insù. All’interno, una strada saliscendi e piena di curve divertenti vi porterà alla scoperta di ogni specie vegetale (e di conseguenza animale, visto che molte simpatiche donnole vi attraverseranno la strada zampettando). Sarete accolti poi da grandi giardini all’ombra di alberi secolari, da laghetti pieni di papere e pesci, vere e proprie oasi di pace e relax dove trascorrere una giornata respirando a pieni polmoni serenità. Portate con voi da mangiare e da bere (dentro non vendono nulla) e regalatevi un giorno da sogno 🙂

Il parco si trova poco distante da Kane’ohe (in bici circa 5 km) e da Kailua (circa 15 km). L’ingresso è libero, ma ricordatevi di arrivare entro le 16 perché poi chiude tutto!

Il secondo luogo imperdibile, per la sua bellezza e per la pace che vi si respira è poco distante (una decina di km a nord del giardino botanico, raggiungibile comodamente in bici) è un tempio buddista giapponese: Byodo-In. In cima a una collina, circondato da prati verdi che regalano una sensazione di pace unica al mondo (al punto che da molti sono stati scelti come camposanto per i propri defunti e l’area si chiama Valle dei Templi Memorial Park) potete trovare questa riproduzione del più noto tempio Uji di Kyoto. La visita alla struttura impiega una decina di minuti, ma i giardini che la circondano è spettacolare, tra campane tibetane (che si possono suonare) e persone che meditano attorno al laghetto di carpe. Un’oasi di oriente nel cuore americano. L’ingresso in questo caso è a pagamento e il cancello chiude alle 17.

Non veramente naturale, ma speciale per conoscere la cultura del luogo e quella polinesiana (che purtroppo alle Hawaii sta scomparendo), un luogo da non perdere è il Polynesian Cultural Center: un complesso creato dai Mormoni per sostenere gli studi ai giovani che non possono permettersi l’università, dove si possono visitare in “miniatura” le varie isole del Pacifico e scoprire con lezioni interattive ogni tradizione: dalla danza della Hula a suonare l’Ukulele per le Hawaii, a raccogliere e cucinare il cocco per Samoa, a fare i tatuaggi delle Fijii, scoprire il folkrore delle isole Tonga e della Nuova Zelanda, passando per Thaiti. I ragazzi che ci lavorano sono davvero cordiali e gentili, vi forniranno molte informazioni utili a conoscere meglio il loro popolo che ormai, purtroppo, sta diventando sempre più globalizzato. Per visitare il centro prenotate i biglietti online perché è sempre strapieno.

Infine, non si può dire di conoscere la natura delle Hawaii e in particolar modo di Ohau senza passare per il North Shore, patria dei surfisti e del turismo per una volta low cost. Nella zona nord dell’Isola è infatti sorge l’unico ostello a prezzi moderati in cui alloggiare (a Pupukea: https://backpackershawaii.com/) e si possono trascorrere le giornate a pranzare e cenare in buonissime baracchine di street food che vi serviranno Poke, Gamberetti e ogni genere di cibo e bevanda (sempre circondati di galline). Il bagno in mare non è una delle cose più semplici da fare, visto che a nord le onde sono molto potenti, ma i tramonti che regala questa zona sono indimenticabili e romanticissimi, soprattutto a Sunset beach: si può stare un’ora a contemplare le varie sfumature di rosso di cui si colora il cielo mentre il sole scende dell’oceano. Si possono poi visitare, con un breve trekking, le Waimea Falls e fare il bagno nelle loro acque.

Un paese molto carino di visitare (sia di giorno sia di sera, ma ricordatevi che tutto chiude prestissimo, ovvero alle 21) è Haleiwa: negozietti di ogni genere, ristoranti e gelaterie accolgono ogni giovane amante del surf per farlo divertire.

Scopri il resto delle Hawaii: Spiagge, Honolulu, Informazioni utili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: